S come… stantara

Stantara = Una delle due aste che stavano sulla linea mediana del Viòl e della Brosèlla.

Un po’ come gli alberi di un bastimento, per intenderci. Le stantarre erano munite di una serie di fori, nella parte alta; quando il carico di fieno era completo lo si bloccava con un lungo legno orizzontale, parallelo al piano di carico (al Parsèl).

Il parsèl si bloccava poi con due pioli (i Proéu), infilati nei fori delle stantarre.   In tal modo il carico diventava stabile e trasportabile. Si usa dire di una persona molto magra: “ l’è màgar c’me ‘na stantarra”.

Svedella = Anche svadéla in altri paesi, come Petrignacola. Era una farinata liquida, di farina di castagne. Buona per una cena leggera.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *