Il punto di partenza

Una stalla.

Sempre meno gente c’è stata, non dico in quelle attuali, enormi e automatizzate dove l’animale compie la sua vita in qualche metro quadrato, senza mai aver visto un alpeggio.

Voglio pensare a una stalla almeno di un centinaio d’anni, col pavimento coperto di lastre di pietra, per pulire meglio, con le mangiatoie in legno, scura e calda, ma dalla quale le mucche andavano e venivano, dopo la sosta alle vasche per bere.

Una stalla così non c’è più. O sì?

Se ne troviamo una, può diventare un magico punto di partenza.