Storie

In questa sezione del sito sono raccolte alcune storie emerse dai documenti d’archivio conservati all’Archivio di Stato di Parma, fonte inestimabile di informazioni, nonché estratti di ricerche e memorie di fonte privata.

In “Qualche nota sui mulini”  sono riportate informazioni e note, seppure un po’ frammentarie, contenute in diversi tipi di documenti (estimi fiscali, atti notarili) incontrati quasi per caso nelle ricerche presso l’Archivio di Stato di Parma. Confermano la rilevanza del mulino nel passato, saltando da fonti quattrocentesche fino al Settecento.

“Un ladro a Guardasone” è la triste storia di  un poveraccio che viveva di espedienti, rubacchiando nelle case dei contadini della zona. Ai primi del Cinquecento questi furti gli costarono la vita in un processo pressoché indiziario.

“Quanta acqua è passata… “ aspetti della vita contadina tradizionale in relazione all’acqua. Tratto da: Lucchi Tonino: “Lago di Corniglio e la sua gente. Storie di vita, ricordi, racconti e leggende dell’alta Val Parma”, Corniglio, 2011 (proprio manoscritto). “Divertimenti di una volta”: Tratto dall’opera di Tonino Lucchi sopra citata. “Episodi di guerra e di vita al tempo dei partigiani”. Tratto dall’opera di Tonino Lucchi sopra citata. “Andiamo a mietere il grano”. Tratto dall’opera di Tonino Lucchi sopra citata.